La Blockchain così detta catena di blocchi si è rivelata oltre che uno strumento nelle mani della finanza, un importante strumento nelle mani del diritto del lavoro. Grazie ad essa infatti è possibile la certificazione dei contratti di lavoro, contro fenomeni di caporalato, l’applicazione degli algoritmi etici nei rapporti di lavoro,
ed in particolare la sostituzione dei tradizionali strumenti di welfare con i così detti Token. Lo Studio ha maturato innovative competenze in tale campo, offrendo alle imprese soluzioni in grado di aumentarne la produttività e ridurne il costo del lavoro.